mercoledì 25 ottobre 2017

Dracula - racconto dark/horror per Halloween!

Ciao amici!

Ho pubblicato, in prossimità di Halloween, questo racconto breve, unitamente ad un secondo racconto dal titolo "Bloody night", con cover della bravissima Connie Furnari!

Il racconto è disponibile per Amazon e per la formula #kindleunlimited!

BUONA LETTURA!



Blackville, 2 agosto 2016 - Periferia di Londra.
Un gruppo di amici decide di trascorrere una serata all'interno di una cripta abbandonata, nel vecchio cimitero di Blackville. Ubriachi fradici, dopo aver distrutto per sbaglio una tomba, i ragazzi si impossessano di un prezioso coltello, piantato nel cuore del cadavere mummificato di un uomo, che veste abiti ottocenteschi. Eva Miller, una bionda mozzafiato che è con loro, ha uno strano presentimento ed invita gli amici ad abbandonare la cripta. Ma non verrà ascoltata.
E quando John sfilerà il coltello dal petto del cadavere, il destino dei ragazzi sarà segnato per sempre. Nessuno di loro avrà scampo, neppure la bella Eva...

Dracula ritorna in vita dopo anni e anni. E, spinto dal desiderio, va alla ricerca della bella e amata Mina, disseminando dietro di sè una marea di cadaveri...

SEGUE IL RACCONTO "BLOODY MOON". Che succede nelle notti di Halloween? I vampiri esistono veramente?

martedì 24 ottobre 2017

Jack O' Lantern

Ciao amici!

Fra pochissimi giorni arriva Halloween, una delle feste che adoro di più, essendo io mezza umana e mezza strega!

Ma dove nasce la leggenda di Halloween? Lo sapete? Ecco qui dunque la storia di Jack O' Lantern e di come è nata la leggenda della zucca!

Buona lettura!


La storia di Jack o’ lantern è di certo la leggenda di Halloween più famosa!
Un fabbro irlandese di nome Jack, ubriacone e taccagno, incontrò, la notte di Halloween, il Diavolo in un pub.
Stava per cadere nelle sue mani, quando riuscì ad imbrogliarlo facendogli credere che gli avrebbe venduto la sua anima in cambio di un’ultima bevuta.
Il Diavolo, così, si trasformò in una monetina da sei pence per pagare l’oste e Jack fu abbastanza veloce da riuscire ad intascarsela.
Poiché, poi, possedeva anche una croce d’argento, il Diavolo non riuscì più a tornare alla sua forma originaria. Jack, allora, stipulò un nuovo patto col Diavolo, e cioè che lo avrebbe lasciato andare purché questi, per almeno 10 anni, non tornasse a reclamare la sua anima.
Il Diavolo accettò.
Dieci anni dopo, Jack e il Diavolo si incontrarono di nuovo e Jack, sempre con uno stratagemma, riuscì a sottrarsi al potere del principe delle tenebre e a fargli promettere che non lo avrebbe cercato mai più.
Il Diavolo, che si trovava in una situazione difficile, non poté far altro che accettare.
Quando Jack morì, a causa della sua vita dissoluta, non fu ammesso al Regno dei Cieli e fu costretto a bussare alle Porte dell’Inferno; il Diavolo, però, che aveva promesso che non lo avrebbe cercato, lo rispedì indietro tirandogli addosso un tizzone ardente.
Jack se ne servì per ritrovare la strada giusta e, affinché non si spegnesse col vento, lo mise sotto una rapa che stava mangiando.



Da allora Jack vaga con il suo lumino in attesa del giorno del Giudizio (da qui il nome JACK O’ LANTERN, Jack e la sua Lanterna) ed è il simbolo delle anime dannate ed errabonde.
Quando gli Irlandesi, in seguito alla carestia del 1845, abbandonarono il loro paese e si diressero in America, portarono con sé questa leggenda e, poiché le rape non sono in America così diffuse come in Irlanda, le sostituirono con le più comuni zucche.
Da allora, la zucca intagliata con la faccia del vecchio fabbro e il lumino all’interno, è forse il simbolo più famoso di Halloween.

POST IN EVIDENZA

PER OGNI TUO BACIO VENDEREI L'ANIMA AL DIAVOLO

PER OGNI TUO BACIO VENDEREI L'ANIMA AL DIAVOLO Eh sì... Questo pensa Cora Hamilton nel finale del romanzo... per quale motivo? ...