LE FOTO DI TIFFANY, DI ROBERTA ANDRES


Tiffany è una bella trentenne, giornalista, che vive a Bologna. Un giorno riceve sul suo smartphone un inquietante messaggio, accompagnato da una sua foto, che la ritrae di spalle, nuda. Si tratta di lei, senza alcun dubbio, è riconoscibile da un tatuaggio, un’iris, alla base della schiena. Ma chi le ha scattato quella foto? Non sarà quello l’unico messaggio del genere e la ragazza, dapprima inquieta, poi sempre più curiosa di conoscere l’identità del misterioso stalker, si metterà a indagare per risalire all’autore di quelle foto che la fanno sembrare così bella, così sensuale…
Il ritmo di un thriller, la leggerezza di una storia d'amore.

LA MIA RECENSIONE:
 
Quando ho iniziato a leggere questo romanzo, mi sono detta: i particolari. Questo libro è colmo di particolari. Di vita. Di colori. Ho iniziato a leggerlo due giorni fa e non sono riuscita a interromperlo, nonostante le feste di Natale. Diciamo che ha accompagnato piacevolemente il periodo dell'anno che amo di più in assoluto.
Piacevolmente perché l'autrice sa scrivere, eccome. Non lascia nulla al caso. Descrive con attenzione ogni minimo dettaglio, permettendo al lettore di "navigare" senza problemi all'interno di una trama ben articolata, dove i sentimenti, seppure velati, giocano un ruolo importante. I sentimenti che nascono da fotografie misteriose, che ritraggono la protagonista, Tiffany, in varie pose sensuali, la fanno da padrona in un romanzo con un pizzico di erotismo, che lo rende comunque elegante. Tiffany è una ragazza affascinante, dai lunghi e ricci capelli color rame, che riempie la sua vita con la presenza di gatti, descritti con dovizia di particolari. E questo è senz'altro un altro punto a favore dell'autrice, dato che io adoro questi animaletti dolci e soffici. Tiffany è sempre in lotta con i propri conflitti interiori ed è senz'altro un personaggio forte e ben descritto. Le si contrappone Irene, che possiede un carattere completamente opposto e che, a dirla tutta, mi ha irritata parecchie volte per il suo modo di fare e di pensare. Tiffany, alla fine, appare una donna in lotta con la parte più nascosta di se stessa, ma comunque forte, con un carattere ben delineato, sensuale e affascinante. I ricordi legati alla sua infanzia hanno segnato inesorabilmente anche la sua vita adulta e Roberta è stata davvero brava ad affrontare anche gli aspetti psicologici legati al suo personaggio. In sostanza, questo è un romanzo da leggere. E lo si legge con voracità, perché non annoia e perché l'autrice è riuscita a incastrare con maestria tutti i vari pezzetti della trama. Brava. Leggerò anche gli altri romanzi di Roberta, che non saranno sicuramente da meno. Consigliato!


3 commenti:

  1. Bella recensione! Chissà che non invogli Roberta a pubblicare un nuovo romanzo! (Per la cronaca, io sono l'editore).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie alla blogger e grazie di cuore all'Editore! PS: il secondo romanzo è in corso, sto terminando l prima stesura.

      Elimina
  2. Grazie all'editore e a Roberta, sperando allora che si sbrighi a scrivere il secondo, eh eh!

    RispondiElimina