Segnalazione letteraria!

Ciaoooooooooo!

Oggi vi consiglio la lettura dell'ultimo romanzo di

SARA DI FURIA

LA REGINA ROSSA


La Corte Editore



SINOSSI:

Nell’Inghilterra di metà '800 una bambina orfana viene adottata dalla nobile famiglia Klein, ma un abbozzo di sesto dito e un neo sul viso, considerati marchio di stregoneria, segnano il destino della piccola. Cresciuta nel sospetto, Christianne, ormai giovane donna, si distinguerà dalle sorellastre per la ribellione alle regole del suo tempo e l’incontro con Nicolas Bourbon, il giovane precettore assunto dalla famiglia per l’istruzione delle figlie, e con il suo corvo, darà inizio a una serie di eventi che movimenteranno la sua vita e che la porteranno a vestire anche i panni di Thomas Talbot per poter accedere alle conoscenze riservate al mondo maschile.In seguito alla morte di una delle sorelle, però, Christianne scoprirà di essere davvero in grado di vedere lo spirito dei morti e di poter comunicare con loro.La sua vita, allora, verrà di nuovo completamente stravolta, e tra fantasmi, segreti e inquietanti misteri, cercherà di svelare la verità sul proprio destino e sulla storia di una delle regine d’Inghilterra più famose di tutti i tempi: la Regina Rossa. 


LA MIA RECENSIONE:
Non è il primo libro che leggo di Sara di Furia. L’avevo già conosciuta con un precedente fantasy, divorato in poche ore. Così, quando Sara mi ha avvisata dell’uscita del suo nuovo romanzo, non ho tardato a acquistarlo, spinta dalla curiosità. Innanzitutto, devo fare i miei complimenti alla Casa Editrice per la scelta della copertina, assolutamente evocativa, poi, naturalmente, li porgo a Sara per essere riuscita a confezionare una storia che si legge davvero in fretta, dove il mistero si sposa egregiamente con l’horror, il thriller e la passione, il tutto ambientato in un periodo storico che io adoro e che rende in modo preciso e pressoché perfetto la natura gotica del romanzo.
Scritto con uno stile ricercato e mai scontato, con parole pesate e mai buttate a caso, il romanzo mi ha anche riportata, in un certo qual modo, alle ambientazioni tipiche dei libri di Jane Austen, dove i protagonisti possono trascorrere ore e ore a discutere di poeti o letterati, sognando o immaginando di immedesimarsi in alcune situazioni, e dove l’amore, indubbiamente, regna in modo assoluto come il desiderio più ambito dalle giovani dell’alta società. Per Christianne, però, la vita scorre in modo diverso. Il suo cuore batte furiosamente per il giovane precettore, ma la sua esistenza è così complicata e colma di continue sorprese, purtroppo spesso amare, da non consentirle di vivere con serenità quello che dovrebbe essere il momento più importante per una giovane donna.
Un particolare che ho apprezzato più degli altri, in questo romanzo, è la capacità di Sara di descrivere i momenti di tensione, rendendoli spesso carichi di horror.


LINK PER L'ACQUISTO:
 
 

Commenti