Ho letto e recensito per voi: IL POPOLO DEI SOGNI DI PAOLA GARBARINO

IL POPOLO DEI SOGNI.


AUTRICE: PAOLA GARBARINO




EDITORE: SELF

LUNGHEZZA STAMPA: 404 PAGINE.

PREZZO E-BOOK: € 2,99

PREZZO CARTACEO: € 11,99

LINK PER L'ACQUISTO


SINOSSI:
L’essere umano dorme per un terzo della vita. Cos’è dunque quel terzo? Non è essa stessa un’esistenza?

Lili Connelly ha diciassette anni e come tutte le adolescenti si sente diversa dagli altri. Niente le interessa davvero, a parte il proprio mondo interiore; nessun ragazzo le piace mai veramente e, se non fosse per la sua espansiva amica, la sua vita sociale sarebbe pari a zero. Il lavoro di suo padre ha trascinato lei e sua madre da una parte all'altra del globo, ma forse non è quello il motivo per il quale non riesce a sentirsi a casa in nessun luogo; almeno finché, in Corea, non conosce Haakon, uno strano ragazzo norvegese verso il quale prova immediatamente un senso di appartenenza...

Lili: "Se si dorme per un terzo della propria vita, non è forse un tipo di esistenza anche quel terzo? Se si sogna per qualche ora ogni notte, quante ore di sogno si accumulano in una vita intera? E quel lungo sogno non è, appunto, una specie di vita anch’esso? E che senso ha il sogno che faccio da quand'ero bambina?"


LA MIA RECENSIONE:

Dove finisce la realtà e inizia il sogno? Il confine, a volte, è davvero sottile. Paola Garbarino, bravissima autrice che ho avuto modo di conoscere con questo romanzo, ci conduce abilmente per mano all'interno di una storia dove nulla è ciò che sembra. 
Un lungo racconto onirico, che ci porta a conoscere il mondo di Morfeo, degli angeli, della capacità, nei sogni, di poter "emanare" cose, persone, situazioni, paesaggi. 
Ho adorato ogni singola parola di questo romanzo, dove tutto si incastra alla perfezione, dove nulla è scontato e ogni termine è pesato e mai utilizzato a caso.
La protagonista, Lili, è una ragazza tosta, che sa il fatto suo. Mi è piaciuto fin da subito il suo personaggio. Finalmente una ragazza, mi sono detta, che non si piange addosso, ma che cerca di trovare subito delle soluzioni per risolvere un dato avvenimento. Poi, vi è stata la sorpresa, con colpo di scena, dell'altro personaggio principale, maschile, che troviamo nella prima parte del romanzo. A mio avviso, infatti, il romanzo si divide in due parti, con i due personaggi maschili protagonisti, entrambi affascinanti, che non possono non rapire il cuore delle lettrici. 
Ho apprezzato davvero il modo con cui Paola mi ha condotta, piano piano, all'interno della storia. Gli avvenimenti importanti non arrivano tutti e subito. Bisogna pazientare. Ma, nel farlo, non ci annoia per nulla. E questa è una grande abilità, da parte di uno scrittore. Quella, cioè, di spingere il lettore a proseguire con la lettura perchè si sente l'assoluta necessità di vedere "come andrà a finire". 
E la fine mi è piaciuta, eccome! L'ultimo capitolo lo considero davvero una piccola, grande chicca, il perfetto tocco finale per un romanzo già di per sè ad alti livelli. 
Logicamente, ora andrò a leggere altri romanzi di questa brava autrice, alla quale faccio i miei più grandi complimenti per la creazione dell'idea base del libro e per come, alla fine, l'ha costruita, armonizzata, architettata e resa davvero speciale.


2 commenti:

  1. Grazie Paola sono davvero contenta che la storia ti abbia emozionata. Grazie per la stupenda recensione😊

    RispondiElimina